La Storia

Torneo-Padula-1974.jpgDalla fusione di due squadre locali, i “Falchi” ed i “Cuel”, nacque la Virtus Aversa, società che ha militato per quasi un decennio nei campionati di serie A1 ed A2 di pallavolo maschile. La neonata  società maschile di volley cambiò campo di gioco per diversi anni dal Liceo Classico “Domenico Cirillo” di Aversa per arrivare, tempo dopo, all’ex Consorzio Canapa di via Filippo Saporito, storicamente chiamato “Capannone”, il tempio della pallavolo oggi dismesso ma da sempre considerato casa degli sportivi normanni.
La fusione tra “Falchi” e Cuel” avvenuta nel 1974 consentì l’unione delle forze sportive con la creazione di una squadra tanto forte da conquistare appena un anno dopo, il 22 aprile del 1975,  la promozione in serie A1.

La Virtus Aversa entrò nell’Olimpo della pallavolo italiana e nella1237168_642312779121921_985063644_n storia per i risultati sportivi ma anche per l’allora presidente Maria Teresa Jacazzi, cui oggi è intitolato il Palazzetto dello Sport di Aversa inaugurato nel 2004, prima donna a ricoprire la massima carica in una società maschile di pallavolo. Furono anni d’oro per il volley normanno che culminarono nel 1983 con la conquista del titolo di Campioni d’Italia “Ragazzi” con una squadra fortissima tra le cui fila militava il presidente Di Meo. Con la retrocessione in serie B la proprietà passò nelle mani di Rolando Di Meo per circa 15 anni e successivamente dell’attuale presidente Sergio, pronto a far rivivere i fasti della serie A alla città di Aversa.

Il titolo fu ceduto e per anni la pallavolo maschile scomparve dal panorama aversano298052_168796473211616_484708432_n ricomparendo grazie alla volontà di Fabio Francese ed Andrea De Angelis, rispettivamente capitano e presidente del Volleyball Aversa che nella stagione 2012/2013 ha conquistato la Coppa Campania e vinto il campionato di serie C approdando in serie B2.

10314660_621191927972066_1808532579164770728_nNel 2013/2014, l’attuale Presidente Sergio Di Meo prende le redini della squadra conquistando subito la promozione nel campionato di B1 con lo storico record di 22 vittorie consecutive. Per l’attuale stagione 2014/2015 è stata allestita una squadra altamente competitiva con l’obiettivo di giocarsi l’accesso ai play-off per il ritorno in serie A e la vittoria della Coppa Italia di categoria.