Sigma Aversa, il presidente Di Meo alza la voce: “Giocare alle 16 è improponibile. E’ necessario cambiare”

  • In

AVERSA – La Sigma Aversa è tornata dalla Puglia con due punti importanti, grazie anche ad una prova di orgoglio di capitan Libraro e compagni che dopo essere andati sotto 2-1 sono riusciti prima a pareggiare e poi a guadagnare il successo al tie-break. Ora si torna a giocare tra le mura amiche del ‘PalaJacazzi’ e domenica prossima (all’orario insolito delle 16) i normanni incroceranno le armi con l’Acqua Fonteviva Massa. Un match così delicato che potrebbe però non avere il pubblico delle grandi occasioni vista la concomitanza della gara del Napoli Calcio: “In un campionato così equilibrato – dice il presidente Sergio Di Meoogni fattore può essere determinante. Domenica prossima ci ritroveremo a giocare con pochi tifosi sugli spalti anche perché l’orario delle 16 di certo non si confà alla pallavolo. Siamo riusciti ad ‘eliminare’ la partita delle 12.30 ma non sarebbe meglio ritornare tutti quanti a giocare alle 18? Mi appello all’amministratore delegato della Legavolley, Massimo Righi, persona intelligente e grande competente delle dinamiche pallavolistiche societarie, affinché si faccia qualcosa perché non credo che per avere una copertura televisiva da presidente di una squadra devo essere penalizzato due volte. Con Sportube infatti paghiamo ogni volta una cifra anche abbastanza importante mentre non abbiamo alcun introito. Questa cosa deve essere necessariamente rivista”.

Il numero uno della Sigma Aversa poi guarda il campionato e sottolinea l’importanza delle prossime gare: “In questo girone non puoi commettere errori. Le squadre davanti a noi vincono tutte e per acciuffare il ‘Paradiso’ in questa seconda fase servirà veramente fare un miracolo. Dobbiamo sfruttare al meglio le prossime due gare casalinghe in tre giorni, quella con l’Acqua Fonteviva Massa e quella con la capolista Ceramica Scarabeo Roma. Recuperiamo anche Santangelo che ha superato il problema di orticaria e ci accingiamo a dare il via ad un ciclo di partite che possono decidere il nostro futuro. E’ chiaro che non servirà a nulla fasciarsi la testa se non dovessimo arrivare tra i primi quattro, anche con un quinto posto ci potrebbe essere la possibilità di guadagnare i play-off. Mercato? Abbiamo deciso di dare fiducia a questo gruppo, crediamo in questi ragazzi e in quelle potenzialità che ci hanno spinto ad ingaggiarli. Vinciamo insieme”.