Sigma Aversa, la grinta di coach Bosco: “La prima gara è sempre un’incognita, ma non vogliamo fallire”

  • In

AVERSA – La prima trasferta di campionato ha un sapore totalmente diverso da tutte le altre. Si inizia già a pensare al giorno della gara, agli avversari e a quei tre punti che vengono messi in palio dal match. Ma soprattutto si costruisce insieme, tra atleti e staff, un viaggio che porta ad un sogno. La Sigma Aversa domani mattina si ritroverà all’esterno del PalaJacazzi per dare il via a questa affascinante avventura. Un viaggio di parecchie ore che servirà pure a conoscersi meglio, a scherzare e ad amalgamare ancora di più un gruppo già solido. Il traguardo è fissato a Reggio Emilia dove i normanni del presidente Sergio Di Meo affronteranno nella giornata di domenica (24 settembre) alle 16 i padroni di casa della Conad. Un esordio nel girone che rappresenta una partita “sempre diversa dalle altre ed è una incognita per tutti – afferma coach Pasquale Bosco -. Non posso che essere soddisfatto del lavoro svolto in questo mese e mezzo anche se ci sono stati dei problemi importanti in termini di infortuni che ci hanno costretto a giocare poco e soprattutto ad annullare delle amichevoli che sarebbero servite tanto. Adesso però la squadra è al completo e siamo fiduciosi delle nostre qualità anche perché l’impegno in allenamento dei miei ragazzi è sempre stato massimo. Andiamo a Reggio Emilia, e poi su altri campi, sempre con la convinzione che per ottenere buoni risultati non bisogna avere paura di nessuno”.

La prima avversaria di questa seconda ‘storica’ stagione della Sigma Aversa nella Serie A2 Unipol Sai sarà appunto la Conad Reggio Emilia, allenata da coach Henky Held: “Sarà una gara molto complicata. La Conad Reggio Emilia ha un grande volume di gioco: in difesa e a muro tocca tantissimi palloni. Gli emiliani hanno un ottimo organico con giocatori di categoria, e molti di loro l’anno scorso hanno giocato i play off per l’accesso in SuperLega. Noi però ci mettiamo in viaggio per ottenere un risultato positivo anche perché penso sia fondamentale partire bene in questo campionato, per il morale ma soprattutto per una ‘botta’ di fiducia per tutti i miei atleti. Non vogliamo sbagliare, e sappiamo che ci sono tutte le possibilità per ottenere una vittoria”.