Buona la prima della Sigma Aversa, vittoria in amichevole per 3-1 contro gli amici della Rinascita Lagonegro

  • In

SANT’ANTIMO – Buona la prima della Sigma Aversa. I normanni riescono a vincere, nel palazzetto di Sant’Antimo, contro la Rinascita Lagonegro al termine di 4 set molto tirati. I ragazzi del presidente Sergio Di Meo, guidati da coach Pasquale Bosco, dimostrano già una buona condizione fisica riuscendo ad avere la meglio su un altro club di Serie A regalando già sorrisi ai tanti tifosi accorsi per la prima uscita stagionale.

PRIMO SET. Primo punto della stagione 2017-2018 della Sigma Aversa messo a segno da Santangelo. Gara equilibrata fino al 5-5 poi la Rinascita Lagonegro prova ad accelerare: 5-8. Ma la squadra del presidente Di Meo è viva e piazza subito un contro break di 4 punti che vale il sorpasso (9-8). Il primo tempo di Giacobelli vale il +2 (12-10). Ma i lucani non mollano e trovano il pari a 13. L’ace di Catena e il muro di Giacobelli regalano un nuovo +3 normanno (18-15). I ragazzi di coach Falabella rientrano in partita (19-18) e poi vanno addirittura avanti (20-21) costringendo Pasquale Bosco a richiamare in panchina i suoi. Sul 23 pari inizia una partita nella partita: l’attacco in rete dell’attaccante lucano regala il primo set point alla Sigma ma viene annullato. Si va ai vantaggi. Chiude Libraro con un bel muro e fuori: 27-25.

SECONDO SET. Catena ‘on fire’ ad inizio set: subito due muri ‘monster’ per il 4-1. Ma Lagonegro non è da meno: muro di Kindgard e nuova parità (5-5). Muro di Giacobelli e diagonale che trova l’incrocio delle linee di Libraro e +3 (10-7). L’ace di Pinelli permette di allungare (11-7). Coach Falabella chiama time-out. Il +4 porta la firma di Baldari: attacco sul muro per il 16-12. La gara scorre veloce fino al 24-18: Ribezzo spara out e si chiude 25-18.

TERZO SET. In campo il palleggiatore Grassi, lo schiacciatore Montò e il libero Marra: fuori Pinelli, Baldari e Vacchiano. Il terzo parziale si apre con la gioia di Montò che realizza il suo primo punto con la maglia che l’anno scorso indossava il fratello. Lagonegro, sotto di 2 set, prova a fare la voce grossa: l’ace di Amouah vale il 4-9. Un attacco al centro di Fabi regala il +7 (7-14) ai lucani che costringe Bosco a chiamare time-out. Ace di Ribezzo e 8-17. Muro di Grassi e Sigma che prova a rientrare (11-18). I ragazzi di Di Meo cercano di recuperare e il fallo dell’attaccante porta la Sigma sul -2 (21-23). Ma il pari non arriva: l’ex Fabi chiude 22-25 al centro.

QUARTO SET. Lagonegro parte come nel set precedente: nei primi dieci punti la Sigma Aversa ne riesce a mettere a segno solamente 3 (3-7). In campo anche il giovanissimo Cefariello, ragazzo dell’Under 19, che mette a segno il punto del -1 (13-14). Sul successivo ace di Grassi i normanni impattano. L’attacco out del centrale lucano porta la squadra di Bosco addirittura in vantaggio (16-15). La pipe di Baldari porta all’allungo: +3 e 19-16. Montò in diagonale passa per il +5 (23-18). E’ Baldari a regalare il primo sorriso: mani e fuori per il 25-20. Applausi per un gruppo che cresce.

SIGMA AVERSA – RINASCITA LAGONEGRO 3-1 (27-25; 25-18; 22-25; 25-20)

SIGMA AVERSA: 1 Pinelli, 2 Boesso, 3 Santangelo, 4 Vacchiano, 5 Grassi, 8 Libraro, 9 Simeonov, 12 Catena, 14 Montò, 15 Baldari, 16 Marra, 18 Giacobelli. All. Bosco. Secondo all. Passaro

RINASCITA LAGONEGRO: 1 Fabi, 2 Fortunato, 3 Maiorana, 4 Amouah, 5 Leone, 7 Milushev, 9 Kindgard, 10 De Paola, 11 Boscaini, 12 Porcelli, 14 Giosa, 15 Hodges, 16 Ribezzo, 18 Copelli. All. Falabella. Secondo all. Denora Caporusso

ARBITRI: Tartaglione-Cafaro

Attachment

IMG_9375 (Copy)