Gara da urlo della Sigma Aversa contro l’Azimut Modena. Ma non basta: l’avventura a Bormio per l’Under 19 si ferma agli ottavi

  • In

BORMIO – Finisce agli ottavi l’avventura della Sigma Aversa alle Finali Nazionali di Bormio ma questa è stata sicuramente un’esperienza indimenticabile per i ragazzi normanni: la vittoria all’esordio con Foligno, l’occasione di confrontarsi con due vice campioni d’Europa, la gioia per aver superato la fase eliminatoria e l’orgoglio di aver rappresentato la Campania contro una squadra storica come quella di Modena. Stasera la comitiva guidata dal direttore tecnico Ignazio Nappa e dagli allenatori Giuseppe Scognamiglio e Pasquale Marrone si rimetterà in viaggio verso casa sicuramente più ricca per le emozioni, uniche, che una manifestazione simile sa regalare. E’ un gruppo eccezionale dal quale anche il presidente Sergio Di Meo spera di poter far emergere il campione del futuro, perché c’è una Serie A che aspetta un nuovo talento campano.

La partita con l’Azimut Modena è tiratissima. Il primo set è equilibratissimo. Nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo e a metà parziale l’Azimut Modena ha solamente un punto di vantaggio (15-14). A questo punto gli emiliani mettono il piede sull’acceleratore per il 19-15. Il divario si accorcia nuovamente (22-20) ma arriva un altro break di cinque punti degli avversari della Sigma che chiudono 25-20. Nel secondo parziale c’è ancora più equilibrio tra le due squadre. Modena riesce a conquistare il massimo vantaggio (+3) sul 17-14 ma l’orgoglio normanno viene sempre fuori ed infatti la Sigma impatta a 19 lanciando un rush finale da urlo. Il tecnico di Modena chiama time-out ma al rientro in campo c’è l’ace di Aversa che regala anche il vantaggio. Punto su punto e si ritorna in parità addirittura a 24. Ma poi il cuore non basta perché l’Azimut alza il muro e si regala due punti di fila che permettono di conquistare il 2-0 (26-24). Nel terzo set il primo punto è della Sigma Aversa ma poi c’è un break terrificante di 9 punti dell’Azimut Modena (9-1). Coach Nappa subito chiama i due time-out ma serve a poco perché la squadra scossa dal doppio vantaggio nei set e dagli 8 punti da recuperare non riesce a reagire. I punti di distacco diventano 10 quando il tabellone riporta 15-5. Si va avanti di inerzia fino al 25-13 che regala i quarti a Modena.

SIGMA AVERSA – AZIMUT MODENA VOLLEY 0-3 (20-25; 24-26; 13-25)

SIGMA AVERSA: Silvestro, Limongello, Di Biase, Cefariello, Auriemma, Malanga, Sarno, Giordano, Gengaro, Monda (L), Cufino, La Piccirella (L), Famoso, Simonelli, Marrone. All. Nappa. Secondo all. Marrone. Dirigente: Scognamiglio

AZIMUT MODENA VOLLEY: Pramazzoni, Marchesi (L), Zanni, Held, Sanguinetti, Beghelli, Borsi, Marra, Salsi, Baraldi, Bertazzoni, Ferrari, Truocchio. All. Tomasini. Secondo all. Parisi. Dirigente: Salvioli

ARBITRI: Cosimo Birtolo e Marco Pasin di Torino

 

Attachment

IMG-20170512-WA0057